DALLE ALPI AL MEDITERRANEO

Strade secondarie e panoramiche, mulattiere di campagna, vie ciclabili sul mare; hotel selezionati con cura, accoglienti e caldi. Viste mozzafiato, paesini medioevali, torrenti montani e ambiente incontaminato. Calette e baie, mare da sogno. Il meglio della gastronomia e superbi vini locali.
Il Nord-Ovest d'Italia offre un caleidoscopio di scenari diversissimi l'uno dall'altro. Il Piemonte, circondato dalla catena delle Alpi e ornato di verdi colline, ha un'antica storia che risale ai tempi delle Gallie e della Roma di Giulio Cesare, ed è divenuta oggi la meta gourmet per eccellenza, patria del vino Barolo e di squisitezze culinarie. Insieme alla confinante Liguria di Ponente o Riviera dei Fiori, con la sua attraente costa Mediterranea, sono la scelta ideale per chi cerca un itinerario naturalistico ed appagante in termini di impegno fisico.

GO PRIVATE

I VIAGGI PRIVATI GRANTOUR sono la SCELTA PERFETTA
se vuoi pedalare in compagnia dei tuoi amici o della tua famiglia.
SENZA PERSONE ESTERNE ALLA COMITIVA E CON UN TOUR LEADER DEDICATO.

Potrai scegliere uno dei nostri tour e decidere in quali date effettuarlo mantenendone le caratteristiche originali, oppure personalizzarlo, ad esempio modificando la struttura in cui soggiornerete, o il tipo di bicicletta.

Comunicaci quanti siete, dove volete andare e quando, e le vostre esigenze.
Ti ricontatteremo ed inizieremo subito a disegnare insieme il vostro sogno di viaggio.

Ho letto e accetto l'informativa sulla Privacy *
Voglio essere aggiornato riguardo alle vostre attività
    • REGIONE PIEMONTE E LIGURIA
    • DESTINAZIONE ITALIA NORD OVEST
    • DURATA 8 GIORNI / 7 NOTTI
    • LIVELLO AVANZATO
  • IL TOUR INCLUDE:
    Bicicletta BMC GF02 Disc (opzionale: E-bike Haibike Sduro Hardnine RX)
    Pernottamento in camera doppia in piccoli hotel e dimore storiche
    Pranzi, Cene, Visite e Degustazioni
    Assicurazione RC
    Tour Leader
    Assistenza Tecnica e Veicolo di supporto
    Trasporto Bagagli

    NON INCLUDE:
    Trasferimento da/per il luogo di Partenza/Arrivo

    NOTE:
    il prezzo è calcolato su base 6 partecipanti. Potrà variare in caso di numero partecipanti inferiore
  • Piccoli hotel, dimore storiche ed agriturismi familiari

DALLE ALPI AL MEDITERRANEO

Compila il form sottostante, lo staff di GranTour si metterà in contatto con te per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.
A presto!

Ho letto e accetto l'informativa sulla Privacy *
Voglio essere aggiornato riguardo alle vostre attività
GIORNO 1 - ARRIVO
Benvenuti!
Ci incontreremo a Pinerolo, da dove inizierà il nostro tour. Arrivati in hotel avrete modo di rinfrescarvi ed incontrare le guide di Gran Tour Events che vi accompagneranno nei prossimi giorni: oggi potrete trascorrere il pomeriggio a visitare la medioevale Pinerolo, oppure rilassarvi con una sgambata in bicicletta nella zona. In serata ci riuniremo per il briefing del viaggio, cui seguirà la cena.
GIORNO 2 - AI PIEDI DELLE ALPI
DISTANZA: 60 KM - DISLIVELLO: 220 METRI
-----------------------------------------------------------------
Castelli, meleti, abbazie e quiete strade di campagna, l'itinerario odierno ci porterà ad attraversare le campagne a ovest del Piemonte, con la corona alpina poco distante a fare da sfondo alla nostra pedalata.
Partiamo da Pinerolo e dirigiamo verso il paese di Cavour, dominato da una curiosa rocca immersa in un parco naturale che si innalza al centro della pianura. Da qui imbocchiamo la strada provinciale e raggiungiamo l'imponente Abbazia benedettina di Staffarda, un grande complesso religioso di epoca medioevale la cui costruzione risale al XII secolo. Pedaliamo lungo carrarecce e facili strade sterrate circondati da campi e sconfinate coltivazioni di alberi di mele: ci troviamo nel mezzo di una delle principali zone italiane di produzione di questo frutto.
Nel tardo pomeriggio raggiungiamo le antiche terre del Marchesato di Saluzzo ai piedi del Monviso, montagna simbolo delle Alpi piemontesi, dove pernotteremo in un elegante relais.
GIORNO 3 - BENVENUTI NELLE LANGHE
DISTANZA: 63 KM - DISLIVELLO: 420 METRI
-----------------------------------------------------------------
Scendiamo da Saluzzo in direzione della fertile pianura cuneese. Ai tempi della dinastia sabauda questa zona veniva definita il Granaio del Regno, per la quantità di beni agricoli che le terre erano in grado di offrire: ancora oggi il panorama è dominato da campi coltivati, distese di mais e allevamenti di bovini della pregiata razza Fassona.
Su finire della mattina arriviamo al confine con le celebri Langhe, le cui colline si innalzano in lontananza sul lato opposto della vallata. Percorriamo il fianco della conca attraversando sonnecchiosi paesi e la cittadina di Fossano con il suo elegante maniero, e da qui raggiungiamo Bene Vagienna, dove sostiamo per pranzo in una tipica locanda di paese.
Il pomeriggio ci porta all'area archeologica romana di Augusta Bagiennorum, di cui rimangono le vestigia del teatro e dell'anfiteatro. Siamo in vista di Cherasco, elegante cittadina murata costruita sul colmo di una rocca. Luogo di importanza strategica sin dai tempi di Carlo Magno, deve la sua fama al fatto che nel 1630 ospitò la corte sabauda che cercava rifugio alla peste, e ancor di più a Napoleone Bonaparte, che entrava da vincitore tra queste mura nel 1796 e firmava l'armistizio con cui poneva fine alla Prima Campagna d'Italia.

GIORNO 4 - BAROLANDO
DISTANZA: 65 KM - DISLIVELLO: 990 METRI
-----------------------------------------------------------------
Ottenuto dall'uva Nebbiolo - che in queste terre veniva coltivata sin dal 1200 - la dicitura "Barolo" appare per la prima volta a Londra nel 1730, in un documento di spedizione merce del Regno di Sardegna destinato all'ambasciatore inglese.
In origine un vino frizzante e dolce, il Barolo cambia faccia a metà dell'Ottocento grazie alle nuove tecniche introdotte da Camillo Benso di Cavour e Giulia Colbert Falletti Marchesa di Barolo. Iniziamo a pedalare lungo un crinale collinare e raggiungiamo a La Morra, paese noto per il suo magnifico belvedere sulle Langhe, da dove una panoramica discesa conduce a Barolo. Qui ci aprirà le porte una storica cantina per la visita delle barricaie a cui seguirà una degustazione guidata. Percorriamo ora un facile sterrato e raggiungiamo Castiglione Falletto, superato il quale imbocchiamo la dorsale tra i vigneti in direzione della Tenuta di Fontanafredda, donata dal Re d'Italia Vittorio Emanuele II alla sua amante "Bela Rosìn", dove visiteremo le storiche cantine ottocentesche.
Il pomeriggio propone la strada più bella della zona, un serpente che si snoda intorno a colline ornate di borghi e fortezze fino a Monforte d'Alba. Da qui attraverseremo le colline dell'Alta Langa per raggiungere Mondovì, nostra destinazione finale.

GIORNO 5 - ALTA VALLE TANARO
DISTANZA: 86 KM - DISLIVELLO: 1230 METRI
-----------------------------------------------------------------
Oggi percorriamo le sponde del fiume Tanaro fino alla fonte: sarà una giornata impegnativa per chilometraggio e dislivello, che trascorreremo in mezzo alla natura, pedalando su strade sterrate e tratturi di montagna totalmente privi di traffico. La prima tappa ci porta a scoprire il Santuario di Vicoforte, imponente basilica monumentale che vanta la cupola a sezione ellittica più grande del mondo. Lasciato il santuario, muoviamo verso l'inesplorata valle Mongia dominata dal castello di Mobasiglio, lattraverso una panoramica mulattiera che si snoda sui fianchi delle colline
Siamo ai piedi dell'Alta Valle Tanaro, che risaliamo seguendo il fiume omonimo. Il paesaggio si fa via via più montano, ai campi ed alle viti si sostituiscono boschi e picchi rocciosi. La valle si stringe, pedaliamo sul lato occidentale del corso d'acqua lungo vie ciclabili e percorsi da trekking tra incantevoli panorami e natura selvaggia. Raggiungiamo il passo che segna il confine tra il Piemonte e la Liguria, da cui parte l'antica strada del mare. Lungo la via sorge un affascinante borgo medioevale, punto di arrivo di questa intensa giornata.
GIORNO 6 - VALLE ARROSCIA E CICLABILE DELLA RIVIERA
DISTANZA: 73 KM - DISLIVELLO: 600 METRI
-----------------------------------------------------------------
Percorriamo la strada statale di nuova costruzione, che dopo alcuni chilometri abbandoniamo per seguire il vecchio passaggio del Col di Nava. Ci inerpichiamo fino a toccare la sommità delle alte colline circostanti, dove ci fermiamo per una sosta panoramica e per ristoro. Sarà questa l'unica salita odierna, da ora comincia la lunga discesa verso la Riviera dei Fiori ed il Mar Mediterraneo.
Nella prima parte pedaliamo in un susseguirsi di curve e ripide pendenze che dopo dieci chilometri iniziano a farsi più dolci. Siamo vicini alla costa, l'aria è tiepida ed anche la vegetazione è cambiata: i boschi e la flora di mezza montagna hanno lasciato il passo agli ulivi ed ai pini marini.
Imperia è il capoluogo del Ponente Ligure, ed è la prima città di mare che incontriamo. L'antico centro storico di Porto Maurizio rappresenta il tipico borgo ligure, con le case arroccate, gli stretti vicoli e le scalinate che collegano le parti alte e basse del paese. Poco avanti inizia una pista ciclabile più unica che rara: costruita sul sedime della vecchia ferrovia, corre sul bordo del mare per oltre venti chilometri, tra gallerie scavate nella roccia e viste panoramiche su baie e calette. Terminiamo la pedalata a Sanremo, la città dei fiori e da sempre esclusivo luogo di villeggiatura, in cui hanno soggiornato Re, Regine e star del cinema.
GIORNO 7 - DALLA RIVIERA DEI FIORI ALLA COSTA AZZURRA
DISTANZA: 64 KM - DISLIVELLO: 960 METRI
-----------------------------------------------------------------
Pedaliamo seguendo la litoranea Via Aurelia tra veloci saliscendi e sinuose curve, con alla nostra sinistra il Mediterraneo e la frastagliata costa ponentina. Raggiungiamo in poco tempo Ventimiglia, con il suo affascinante nucleo antico a picco sul mare. Il confine di Stato tra Italia e Francia è vicino, lo oltrepassiamo ed entriamo in Costa Azzurra, senza dubbio la più celebrata destinazione turistica mondiale.
La regione ci accoglie con un susseguirsi di paesi raffinati e charmant, ognuno con il suo bel centro storico, che si specchiano su ampie baie e piccoli golfi.
Oltrepassata Menton abbandoniamo il litorale ed imbocchiamo una strada a mezza costa sul fianco delle colline, scavata nellla roccia, da cui godiamo di scorci straordinari, con la vista che spazia lungo tutta la costa dal Ponente Ligure fino a Cannes. Montecarlo appare sotto di noi con i suo grattacieli ed il porto colmo di panfili e barche a vela, la raggiungiamo per una sosta ed un caffè.
Riprendiamo il percorso e incontriamo il Trofeo delle Alpi, monumento del 6 a.C. eretto in onore dell’Imperatore Augusto. Siamo in vista di Nizza, la capitale della Costa Azzurra, dove pedaliamo fino al centro città lungo l'elegante lungomare.
GIORNO 8 - PARTENZA
Dopo colazione effettueremo il check out. Per chi ha richiesto il transfer, le vetture saranno davanti all'hotel per condurvi nella destinazione prescelta.
Arrivederci!
ACCOMMODATION
Una carrellata degli hotel e agriturismi di questo tour

I NOSTRI AMICI