LANGHE, ROERO E MONFERRATO

Barolo, Barbaresco, tartufo bianco di Alba, Slow Food, Moscato, Cattedrali Sotterranee...hanno tanti figli illustri queste terre punteggiate di borghi e castelli medioevali dichiarate Patrimonio Mondiale Unesco.
Ti muoverai tra colline immerse nelle vigne, attraverserai villaggi dal sapore perduto, godrai di vedute mozzafiato da crinali e belvedere panoramici pedalando in sella a prestigiose granfondo e mountain bike.
Degusterai i grandi crus di Barolo e ti siederai ad alcune tra le tavole migliori d'Italia, soggiornando in luoghi di immenso fascino.
Sono le nostre terre, le conosciamo bene, e allora spesso ti porteremo fuori dalle rotte abituali, per farti scoprire gemme nascoste come l'incontaminata Alta Langa ed il Monferrato astigiano, o la piccola azienda agricola biologica insignita del presidio Slow Food.
Un viaggio disegnato da mani e con gusto italiano, un omaggio alla filosofia del buon vivere, un'esperienza che ti rimarrà nel cuore.

GO PRIVATE

I VIAGGI PRIVATI GRANTOUR sono la SCELTA PERFETTA
se vuoi pedalare in compagnia dei tuoi amici o della tua famiglia.
SENZA PERSONE ESTERNE ALLA COMITIVA E CON UN TOUR LEADER DEDICATO.

Potrai scegliere uno dei nostri tour e decidere in quali date effettuarlo mantenendone le caratteristiche originali, oppure personalizzarlo, ad esempio modificando la struttura in cui soggiornerete, o il tipo di bicicletta.

Comunicaci quanti siete, dove volete andare e quando, e le vostre esigenze.
Ti ricontatteremo ed inizieremo subito a disegnare insieme il vostro sogno di viaggio.

Ho letto e accetto l'informativa sulla Privacy *
Voglio essere aggiornato riguardo alle vostre attività
    • REGIONE PIEMONTE
    • DESTINAZIONE LANGHE
    • DURATA 8 GIORNI / 7 NOTTI
    • LIVELLO AVANZATO
  • IL TOUR INCLUDE:
    Bicicletta BMC GF01 Disc (opzionale: E-bike Haibike Sduro Hardnine RX)
    Pernottamento in camera doppia in agriturismi di lusso e ville d'epoca
    Pranzi, Cene, Visite e Degustazioni
    Assicurazione RC
    Tour Leader
    Assistenza Tecnica e Veicolo di supporto
    Trasporto bagagli

    NON INCLUDE:
    Trasferimento da/per il luogo di Partenza/Arrivo

    NOTE:
    Il prezzo è calcolato su base 6 partecipanti. Potrà variare in caso di numero partecipanti inferiore
  • Agriturismi di lusso e ville d'epoca

LANGHE, ROERO E MONFERRATO

Compila il form sottostante, lo staff di GranTour si metterà in contatto con te per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.
A presto!

Ho letto e accetto l'informativa sulla Privacy *
Voglio essere aggiornato riguardo alle vostre attività
GIORNO 1 - ARRIVO
Benvenuti in Piemonte, la regione gourmet d'Italia!
Ci incontreremo nelle Langhe, da dove inizierà il nostro viaggio nel regno dell'alta enogastronomia italiana. Colline terrazzate a vigneto, borghi medioevali, bricchi panoramici e piccole valli incastonate tra le alture saranno il palco delle nostre pedalate.
Arrivati in agriturismo avrete modo di rinfrescarvi ed incontrare le guide di Gran Tour Events che vi accompagneranno nei prossimi giorni: oggi potrete trascorrere il pomeriggio in giardino sul bordo della piscina, oppure salire in sella per una pedalata d'allenamento. In serata ci riuniremo per un aperitivo e per il briefing della settimana, cui seguirà la cena.
GIORNO 2 - BAROLANDO
DISTANZA: 45 KM - DISLIVELLO: 789 METRI
-----------------------------------------------------------------
"Re dei Vini, Vino dei Re", non c'è miglior modo per descrivere uno dei più grandi al mondo!
Ottenuto dall'uva Nebbiolo - che in queste terre veniva coltivata sin dal 1200 - la dicitura "Barolo" appare per la prima volta a Londra nel 1730, in un documento di spedizione merce del Regno di Sardegna destinato all'ambasciatore inglese. In origine un vino frizzante e dolce, il Barolo cambia faccia a metà dell'Ottocento grazie alle nuove tecniche introdotte da Camillo Benso di Cavour e Giulia Colbert Falletti Marchesa di Barolo.
La giornata ci condurrà nel cuore della zona di coltivazione: i declivi intorno a Monforte d'Alba, La Morra, Barolo e Serralunga d'Alba. Un percorso sinuoso di lunghe discese e salite tra vigne e borghi medioevali, circondati dal mare di colline delle Langhe. Visiteremo i luoghi è nato il Barolo, ed avremo modo di degustarlo in una celebre cantina, guidati da un maestro. E pranzeremo in un luogo caro alla storia d'Italia, dove lo chef ci farà una sorpresa.
Terminiamo la pedalata a fine pomeriggio, ci attendono un aperitivo in giardino ed un brindisi per celebrare questo primo giorno.

GIORNO 3 - VISTA DAI TETTI
DISTANZA: 54 KM - DISLIVELLO: 1210 METRI
-----------------------------------------------------------------
"Boschi e praterie su cui vanno e vengono le pecore, terre di silenzio e di mistero dove sorgono borgate fatte di case massicce e tarchiate, incappucciate di pietra grigia per resistere al peso della neve". E' una descrizione perfetta per la zona montuoso-collinare dell'Alta Langa, i cui bricchi raggiungono i novecento metri di elevazione e dai quali nelle giornate terse si può vedere il luccicare del Mar Ligure.
Questa parte di territorio è caratterizzata da una vegetazione boschiva e da prati lungo il dorso delle colline e nelle valli, un panorama completamente diverso da quello delle Langhe del Barolo. Saliremo sui crinali e pedaleremo in quota in un ambiente naturale intatto, fatto di conifere, pascoli, castagni e soprattutto tanti noccioleti, della ricercatissima qualità "tonda gentile", utilizzata in molte ricette locali. E conosceremo un'azienda biologica e casearia, presidio alimentare Slow Food.
La giornata è impegnativa per dislivello e lunghezza totale, non è un caso se su queste strade si tiene la famosa "Fausto Coppi", Gran Fondo Interazionale della Nocciola, una manifestazione a cui partecipano centinaia di ciclisti ogni anno. Potrai decidere di effettuare solo un tratto e poi rientrare in agriturismo a goderti un assaggio di Barolo sul bordo della piscina.
GIORNO 4 - LE ROCCHE DEL DIAVOLO
DISTANZA: 39 KM - DISLIVELLO: 350 METRI
-----------------------------------------------------------------
La leggenda narra che un tempo le terre a occiente del fiume Tanaro fossero governate da tiranni dispotici e violenti. I fedudatari, stanchi delle continue vessazioni, si misero d'accordo e decisero un giorno di affrancarsi edificando una roccaforte inespugnabile.
Il fondo sabbioso dell'altopiano rese tuttavia l'impresa impossibile, bisognava infatti modellare ed innalzare un'intera parte del territorio. Fu allora che dai flutti del Tanaro emerse Belzebù in persona, che propose un patto agli abitanti: il villaggio fortificato in cambio di anime umane. La gente dei paesi si riunì e dopo un'animata discussione accetto l'offerta: nulla poteva essere peggio dei loro aguzzini! Il diavolo prese allora gerla e vanga, e nello spazio di un giorno e di una notte scavò le colline e le gole del Roero.
Attraverseremo oggi una delle aree più interessanti del Piemonte dal punto di vista geologico, una zona che anticamente era ricoperta dal Mare Padano. Ci troviamo infatti in un fondale di 250.000 anni fa, in cui convivono microclimi diversi a pochi chilometri di distanza: secco e boscoso sulle creste - le Rocche, lussurreggiante ed umido sul fondo dei dirupi, veri e propri canyon profondi oltre cento metri.
E' il Grande Sentiero del Roero, un museo ambientale a cielo aperto che scopriremo in Mountain Bike.
GIORNO 5 - DALLE LANGHE AL MONFERRATO
DISTANZA: 53 KM - DISLIVELLO: 650 METRI
-----------------------------------------------------------------
Salutiamo le Langhe che ci hanno accolto calorosamente in questi giorni e ci spostiamo verso l'area del Monferrato, un'altra grande regione vitivinicola italiane, patria dello spumante Moscato e del vitigno Barbera.
La mattina ci conduce su un'aspra ascesa fino ai confini con l'Alta Langa, la parte di territorio più elevata della zona, da dove una discesa panoramica di oltre venti chilometri tra i vigneti conduce alla zona di produzione del vino Barbaresco, dominato alla torre del borgo omonimo. Queste terre anticamente chiamate "Barbarica Silva" erano abitate dai popoli Liguri. Una comunità che i Romani non furono mai in grado di assoggettare, e che fondò il suo villaggio dove oggi sorge il piccolo paese di Barbaresco. Qui sosteremo per una visita alla curiosa Enoteca, gustando un pranzo leggero in una caratteristica osteria poco distante.
L'itinerario prosegue su stradine pianeggianti attraverso il Monferrato Astigiano, una facile pedalata che in un paio di ore ci porta alla nostra nuova casa: una villa di campagna ottocentesca con annessa SPA. Sarà un pomeriggio di relax tra percorsi benessere, piscina idromassaggio, cascate di ghiaccio ed aperitivi in giardino.
GIORNO 6 - LE TERRE D'ORO
DISTANZA: 47 KM - DISLIVELLO: 750 METRI
-----------------------------------------------------------------
Il Monferrato è una vasta regione storico geografica del Piemonte le cui propaggini si spingono dalle colline torinesi agli appennini liguri.
Ci troviamo nel quadrante astigiano, affacciato sulla valle del fiume Belbo. Affronteremo un percorso impegnativo nella prima parte, raggiungendo il pittoresco paese di Mango con il suo Castello, un maniero seicentesco situato sul colmo di una panoramica collina. Visiteremo la suggestiva Enoteca Regionale situata all'interno, dove sono conservate le migliori annate di vino Moscato dolce e brut, che avremo modo di assaggiare.
La tappa successiva ci porta a Santo Stefano Belbo, luogo di nascita di Cesare Pavese, icona italiana della letteratura del novecento: qui tutto ricorda il grande poeta ed i suoi romanzi, dal nome delle vie a quello delle piazze e delle scuole. Una ripida salita ci conduce ora sui crinali della vallata: lo sforzo è ripagato dal successivo tratto, un pianoro che si snoda in quota tra boschi e vigneti.
Nel pomeriggio affrontiamo la lunga discesa verso la piana formata dal fiume Belbo e raggiungeremo infine Canelli, la capitale del vino Moscato.Nel cuore del paese sorgono le antiche cantine scavate nel tufo trenta metri sottoterra, dove la temperatura, naturale e costante assicura il perfetto affinamento del vino in bottiglia.
Scendere nelle grandiose "cattedrali sotterranee" sarà un'esperienza magica ed indimenticabile.
GIORNO 7 - LA SIGNORA IN ROSSO
DISTANZA: 50 KM - DISLIVELLO: 660 METRI
-----------------------------------------------------------------
Il territorio prevalentemente collinare ed asciutto rappresenta il terroir ideale per il vitigno del Barbera di Nizza Monferrato, il cui vigoroso vino rappresenta uno dei capisaldi della cultura enogastronomica italiana.
Attraversiamo oggi un paesaggio costellato di bricchi e filari d'uva a perdifiato, pedalando su piccole strade a basso traffico sulla cresta dei colli. Una discesa ci conduce ora a Nizza, dove oltrepassato il fiume Belbo prendiamo la direzione dell'Alto Monferrato fino a raggiungere Mombaruzzo, il paese degli amaretti, dolci tradizionali fatti con bianco d'uovo, mandorle, zucchero e le armelline, i semi del nocciolo di albicocca che conferiscono il classico retrogusto amarognolo.
Da Mombaruzzo affrontiamo un bellissimo crinale con vista sulla valle, e riattraversato il Tanaro entriamo nelle terre storiche del Barbera: un panorama di vigne, tenute agricole e piccoli borghi feudali. Sulla via del rientro pedaliamo in costa lungo la Riserva Naturale della Val Sarmassa, area protetta che ospita diverse specie animali ed uccelli stanziali come la volpe, il riccio, l'upupa ed il picchio, raggiungendo una storica cantina dove assaggeremo le loro premiate D.O.C.
GIORNO 8 - PARTENZA
Dopo colazione effettueremo il check out. Per chi ha richiesto il transfer, le vetture saranno davanti alla villa per condurvi nella destinazione prescelta.
Arrivederci!
ACCOMMODATION
Una carrellata degli hotel e relais di questo tour

I NOSTRI AMICI